Insieme a Coufal è cresciuto nell’ala TOP, Jarrod Bowen chiede un gradino più in alto in termini di look e numeri

Ondřej Kolář è stato uno dei giocatori chiave dello Slavia per tre anni, la sua posizione al cancello incrollabile. Ma dall’estate iniziò a comprare insetti, cosa che alla fine gli fece perdere il suo posto tra i tre bastoncini. Ma è anche felice di sostituire Aleš Mandous.

Chiunque si aspettasse che un portiere scontroso perdesse il suo posto potrebbe dimenticarsene all’istante. Anche se la situazione è stata particolarmente difficile per Kolář in autunno, quando il numero uno, rappresentativo e chiaro esperto di trasferimenti è diventato un sostituto, l’ha gestita bene.

Lo Slavia si sta attualmente preparando per il ritiro in Portogallo e per TV slava nelle interviste ripercorre gli ultimi sei mesi.

“È iniziato con un errore a Teplice, dove sono entrato in un giro inutile. Poi è entrato Ferencváros e c’è stato un errore del genere… Non può essere definito un errore, è stato un brutto momento, mi è saltato in piedi. Quindi l’inizio di stagione non è stato per niente perfetto per me”. Kolář ritorna ad agosto.

Allo stesso tempo, rivela dettagli che i fan non hanno ancora avuto la possibilità di conoscere. Dopo un infortunio a settembre, è tornato e ha dovuto recarsi immediatamente ai cancelli. Alla fine, è culminata in una pessima prestazione all’eské Budějovice, ma secondo le sue parole, non avrebbe dovuto partecipare a questa partita.

“C’era una situazione in cui Mandy era in difficoltà e sono dovuto saltare fuori dal cancello. Era in Israele, la prestazione non è stata male, poi sono rimasto bloccato in casa con Liberec, è stata anche una bella partita per me e poi il gioco è arrivato in eské Budějovice. È chiaro che due partite di fila Ci è voluto molto potere e avrei dovuto dire a me stesso che non ero più fisicamente pronto per quello e avrei dovuto far entrare Mandy. disse Kolář.

“La partita non ha funzionato per me, ho preso tre gol, anche alcuni gol stupidi. Non ho mai fatto una prestazione del genere allo Slavia, ricorderò molto male questa partita”. ha aggiunto il portiere Slavie.

Dopo questa partita, non è tornato in porta per un minuto. Mandou ha consolidato la posizione numero uno e ha preso sette conti netti consecutivi in ​​campionato. Ma stare in panchina era più una liberazione per Kolář in quel momento.

C’è molta pressione sui giocatori di alto livello, quelli di Kolá sono enormi. Il portiere 27enne è stato preso di mira dalla critica dei media e dai suoi stessi tifosi, oltre ad essere stato preso in giro dai tifosi di altri club. La pensione per un po’ è la soluzione migliore in quel momento.

“Mandy ha fatto davvero bene. Lo ha mostrato a tutti, ha catturato in modo fantastico, mi ha rappresentato alla grande. In un certo senso, è un sollievo perché non devo respingere e posso riposare. Mi dà fastidio, tutti quelli che mi conoscono so che sto male, non dormo, so che non sto bene, non so dove andare”. ricordando i brutti tempi di Kolář.

In primavera, è tornato in gioco molto rapidamente dopo un infortunio ai Rangers, quando Kemar Roofe è intervenuto brutalmente con il suo brutale intervento. Nonostante secondo il medico avesse ancora bisogno di riposo, Kolář non voleva mettere in difficoltà i compagni e dal letto iniziò la partita contro l’Arsenal.

Ma questo è proprio ciò che può averlo influenzato. Dopodiché, praticamente non si è allenato per il resto della primavera, ha solo giocato le partite. Deve anche pentirsi dell’EURO in estate, perché fisicamente esausto.

Poi sono arrivati ​​gli infortuni e ho capito che potevo stare in pace, perché Mandy mi ha rappresentato davvero bene, ha aiutato i giocatori e lei stessa ha ottenuto molti punti. Sono felice per lui, perché è un grande ragazzo, un grande portiere e un partner di qualità”. Kolář ha avuto solo parole di elogio per il suo partner.

Tuttavia, allo stesso tempo, non vedeva l’ora del suo ritorno. Secondo lui, deve essere ordinato non solo fisicamente, ma soprattutto mentalmente. Ha catturato ogni partita senza interruzioni per quattro stagioni, fino a quando non è caduto tutto su di lui.

“Penso che tornerò ora, ho solo bisogno di allenarmi fisicamente, mentalmente sto riposando molto bene e spero di usarlo in campo per allora”. aspettando di nuovo il gol di Kolář.

Fonte: SK slavo Praga

Rockie Steve

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *