In Serbia, circa 400.000 persone vivono con una diagnosi di una malattia o condizione rara

In Serbia, si stima che circa 400.000 persone vivano con una diagnosi di una malattia o condizione rara, secondo l’Istituto di sanità pubblica “Dr Milan Jovanovic Batut”.

In occasione del 28 febbraio, Giornata Internazionale delle Malattie Rare, Batutu ha dichiarato che la Serbia ha accettato la definizione della Commissione Europea, secondo la quale una malattia rara è una malattia che colpisce meno di cinque persone ogni 10.000 abitanti.

“Seguendo la raccomandazione della Commissione europea di stimare la frequenza delle malattie rare (fino all’8% della popolazione totale), si stima che circa 400.000 persone in Serbia vivano con una diagnosi di una malattia o condizione rara”, ha affermato Batutu.

Ha anche menzionato che il programma sulle malattie rare in Serbia, per il periodo 2020-2022, è stato adottato nel dicembre 2019 e nell’ottobre 2020 è stato formato un gruppo di lavoro per monitorare e coordinare l’attuazione del programma.

“Secondo l’analisi dei dati ottenuti dalle istituzioni ospedaliere, nel corso del 2020 sono state ricoverate in ospedale ben 14.913 persone con diagnosi di malattie rare”, ha affermato Batutu sul suo sito web.

Sulla base dei dati di fatturazione elettronica dei servizi sanitari secondari e terziari, nel 2019 gli assicurati affetti da malattie rare sono stati 12.609.

Affermava che gli erano stati somministrati farmaci nella “Lista dei farmaci” per il trattamento.

Nel corso del 2020 sono stati forniti medicinali pronti per 231 persone affette da malattie rare a istituzioni sanitarie di livello medio e alto, ha aggiunto Batut.

Tag


Naomi Dennis

"Twitter trailblazer. Lifelong gamer. Internet expert. Entrepreneur. Freelance thinker. Travel guru."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.