Il vaiolo delle scimmie può essere affrontato se agiamo ora

Un alto funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che la priorità era sopprimere il vaiolo delle scimmie nei paesi non endemici, aggiungendo che ciò potrebbe essere ottenuto con un’azione rapida.

Il vaiolo delle scimmie, un’infezione virale solitamente lieve, è endemico nei paesi africani, ma la sua diffusione in paesi non endemici come l’Europa e gli Stati Uniti ha destato preoccupazione. Finora, ci sono stati più di 200 casi confermati o sospetti in circa 20 paesi in cui il virus non è mai circolato prima d’ora Reuters.

“Pensiamo che se intraprendiamo l’azione giusta ora, possiamo contenerla facilmente”, ha detto Sylvie Briand, direttore dell’Oms per la preparazione globale alle malattie infettive, in un briefing tecnico agli stati membri durante l’assemblea annuale dell’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite.

Ha sottolineato che esiste un’opportunità per prevenire un’ulteriore diffusione, esortando il pubblico a non preoccuparsi poiché la trasmissione è molto più lenta di altri virus come il coronavirus.

I funzionari dell’OMS affermano che attualmente non è necessaria la vaccinazione di massa, ma una vaccinazione mirata se è disponibile per i contatti stretti delle persone infette.

“Le indagini sui casi, il tracciamento dei contatti e l’isolamento sono le migliori soluzioni”, ha affermato Rosamund Lewis, capo del Segretariato dell’OMS per il morbillo, che fa parte del Programma per le emergenze dell’OMS.

Tag


Naomi Dennis

"Twitter trailblazer. Lifelong gamer. Internet expert. Entrepreneur. Freelance thinker. Travel guru."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.