Il superbo tiro di Insigne spinge l’Italia in semifinale, Lukaku finisce in ginocchio

I calciatori italiani hanno eliminato la capolista mondiale FIFA Belgio nei quarti di finale del Campionato Europeo dopo la vittoria per 2:1 a Monaco di Baviera.

La “squadra azzurra” si è decisa nel primo tempo, quando Nicolò Barella ha vinto per primo al 31′ e Lorenzo Insigne è rientrato subito dopo. Il Belgio ha ridotto il rigore di Romelu Lukaku nel preludio grazie a un rigore trasformato, ma dopo l’intervallo non ha visto finire. L’Italia affronterà la Spagna in semifinale il 6 luglio a Londra.

“Non credo che siamo rimasti indietro in nessuna parte della partita. Per battere una squadra come il Belgio, tutti nella tua squadra devono fare del loro meglio e noi l’abbiamo fatto. Abbiamo segnato due gol e avremmo potuto aggiungerne altri. Penso che abbiamo meritato di vincere”, ha detto il Ct dell’Italia Roberto Mancini al sito web della UEFA.

La sua squadra non ha perso nella sua 32a partita consecutiva sulla scena internazionale, alzando così il proprio massimo e battendo il Belgio nel quarto turno degli ultimi cinque duelli consecutivi. Negli Europei, qualificazioni comprese, hanno vinto la 15esima partita consecutiva e stabilito un nuovo record. Per la prima volta in nove anni sono entrati nelle prime quattro squadre europee. I “Red Devils” hanno invece portato a termine una serie di 13 duelli senza sconfitte e sono finiti in Coppa dei Campioni per la seconda volta consecutiva nei quarti di finale.

“E’ stato un tiro difficile, ma sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Abbiamo avuto due occasioni, ma il loro portiere ha sempre fatto un buon intervento. Penso che abbiamo dato loro il primo gol con relativa facilità. Se non fosse stato per così la partita poteva andare diversamente, ma l’Italia ha meritato di vincere”, ha ammesso il portiere belga Thibaut Courtois.

Il Belgio è salito senza l’infortunato Eden Hazard, ma è tornato al fianco di De Bruyne. Il fuoriclasse del Manchester City trova il passaggio preciso di Lukakua al primo minuto, ma Donnarumma trova la rete. La prima occasione seria per l’Italia arriva al 13′ e riesce subito a portare la palla in rete. Tuttavia, il gol di Bonucci dopo la situazione standard di Insignee è stato annullato a causa di una mossa precedente di Chiellini, che era in fuorigioco.

I “Red Devils” continuano a intimidire dopo una rapida transizione, ma De Bruyne e Lukaku vengono poi sorpresi da Donnarumma con un’azione rapida. Inoltre, il Belgio non era abbastanza forte in fase difensiva e dopo mezz’ora di gioco gli avversari lo punivano con un gol legittimo. Un brutto passaggio dall’area è stato trovato da Verratti, che ha subito spinto la palla a Barella e non ha dato scampo al portiere di Courois.

Un minuto prima della fine del primo tempo di gioco regolamentare, è stato anche peggio per il Belgio. Dopo un’azione individuale di successo, lo sprint Insigne è scattato nella posizione di tiro ideale e si è migliorato con un tiro tecnico. Era già il 90esimo gol dell’Italia sotto la guida di Mancini. “Che si tratti di una partita o di un allenamento, cerco sempre di tirare. Sono felice che la palla sia andata lì. È stato un grande gol”, ha detto Insigne.

Tuttavia, “Squadra Azzurra” non ha tenuto il suo promettente blockbuster fino alla pausa. Il Belgio ha lanciato un attacco subito dopo l’inizio e dopo il fallo di Di Lorenzo l’arbitro ha ordinato un calcio di rigore. Lukaku gli si è avvicinato e ha segnato il suo 64esimo gol con la nazionale. Allo stesso tempo, ha vinto contro Donnarumm nella quinta partita.

Tuttavia, l’attiva Italia è riuscita a rompere il gioco dell’avversario nel secondo tempo nella sua infanzia e il Belgio non ha potuto subire alcuna pressione significativa. Poco dopo un’ora di gioco, Doku si qualifica per un break veloce, e dopo un altro passaggio di De Bruyne si trova solo davanti ai cancelli aperti di Lukaka, ma nelle grandi occasioni colpisce solo l’inseguitore Spinazzo. Il difensore italiano potrebbe aver brillato pochi istanti dopo anche dopo un attacco dall’altra parte, ma Courtoise non ha segnato.

I “Red Devils” iniziano ad aumentare la pressione, ma Lukak non salta in mezzo a Chadli e Thorgen Hazard non riesce a portare la palla in rete con il tallone. Inoltre, il sostituto Chadli si è infortunato durante un tentativo offensivo e ha dovuto lasciare nuovamente il campo dopo cinque minuti. Spinazzola dall’Italia non è riuscito a finire la partita a causa di un infortunio.

In una conclusione frammentata, il Belgio ha provato a fare attacchi più piccoli, ma non ha segnato l’agognato pareggio. Donnarumma non ha segnato più di un gol nella sua 31esima presenza in Nazionale. “Sappiamo che la Spagna sarà nella prossima fase, ma più vai in alto, più sarà difficile per te. Ma per oggi volevamo goderci la vittoria e la nostra prestazione”, ha aggiunto Mancini.

Quarti di finale (Monaco):

Belgio – Italia 1:2 (1:2)

Obbiettivo: 45. + 2 Lukaku con una penna. – 31. Barella, 44. Insigne. Giudici: Vinčič – Klančnik, Kovačič (tutta la Slovenia) – Dankert (video, Germania). ZK: Tielemans-Verratti, Berardi. Presenze: 12.984 (numero limitato).

Belgio: Courtois – Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen – Meunier (69. Chadli, 74. Praet), Witsel, Tielemans (69. Mertens), T. Hazard, – De Bruyne, Lukaku, Doku. Trener: Martinez.

Italia: Donnarumma – Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola (79. Emerson) – Barella, Jorginho, Verratti (74. Cristante) – Chiesa (90. + 1 Toloi), Immobile (74. Belotti), Insigne (79. Berardi). Trener: Mancini.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.