Il primo ponte in cemento stampato in 3D sarà presentato dai designer alla Biennale di Architettura 2021 a Venezia

Come spiegano i designer, lavorando su Striat, hanno anche creato un nuovo linguaggio in cui d’ora in poi il calcestruzzo può essere espresso in architettura. Dietro questo messaggio di decollo c’è il fatto che le tecniche murarie tradizionali devono essere combinate con la tecnologia avanzata per progettare ponti in calcestruzzo gettato tridimensionali.

Osservando la forma del ponte, tutti vedranno immediatamente la chiara forma geometrica. Tuttavia, non si tratta solo dell’estetica organica, che è il segno distintivo del lavoro dello studio, che continua l’eredità del famoso architetto iraniano Zaha Hadid. In questo caso, la geometria supporta la forza e la stabilità del ponte.

Ingegneri e progettisti utilizzano gli stessi principi della costruzione di cupole o archi in pietra o mattoni tagliati. Quando i singoli elementi si appoggiano l’uno sull’altro, creano una struttura autosufficiente senza richiedere alcun supporto. Questo è un processo tecnologico tradizionale noto ai costruttori da secoli.

Al contrario, le procedure tecnologiche più recenti sono rappresentate dalla progettazione al computer delle forme, e soprattutto dallo stampaggio tridimensionale robotizzato e dalla creazione della corretta miscela di calcestruzzo da cui vengono stampate le singole parti.

La grande attrattiva del ponte, che si adatta anche alle esigenze di un edificio costruito per l’esposizione, è la sua facilità di piegatura e disfacimento. Non necessita di rinforzi o fissaggi, il montaggio avviene nel cosiddetto modo a secco. Allo stesso tempo, come altre strutture realizzate con il metodo di stampa tridimensionale, non si generano rifiuti durante la costruzione del ponte, perché tutti i materiali utilizzati vengono consumati.

Il ponte è stato realizzato da progettisti e tecnici in collaborazione con Holcim, azienda produttrice di materiali da costruzione, per la Biennale di Architettura di quest’anno a Venezia. Organizzato dal Centro Culturale Europeo e il nome di questa mostra è Time Space Existence. La mostra sarà aperta ai visitatori questo sabato 22 maggio e resterà aperta fino al 21 novembre di quest’anno.

elezione

Ti piacciono i ponti stampati in 3D?

Sì, sembra molto elegante.

Non lo so, dovrò vederlo con i miei occhi.

No, non mi piace.

Hanno votato un totale di 202 lettori.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.