Ho metà culo viola, ma posso guidare, dice Kučerová dopo il miglior risultato della stagione

Il fondista Nikol Kučerová è arrivato alla finale minore della Coppa del Mondo di San Candido e ha migliorato la sua stagione massima in Coppa del Mondo al settimo posto. Ha fatto la sua prima assoluta nel centro Italia per la prima volta in una gara ad eliminazione domenica, oggi ha superato per la prima volta i quarti di finale e si è piazzato tra i primi dieci per la quindicesima volta in carriera.

La gara è stata vinta dalla svedese due volte campionessa del mondo Sandra Näslund, che non ha mai mancato una gran finale in nessuna delle sei gare di questa stagione. È stato il primo a tagliare il traguardo per la quinta volta e ha festeggiato una doppia vittoria a San Candido. Ha lasciato la svizzera Fanny Smith e le canadesi Marielle Thompson e Hannah Schmidt. La finale francese è stata vinta dal francese Bastien Midol davanti a tre svizzeri e in testa alla SP.

Dopo tre guasti all’assetto e una mancata partenza ad Arosa, il 32enne Kučerová ha fatto il salto di qualità a San Candido ed è passato ad entrambe le gare. Anche se domenica non ha battuto nessuno nei quarti di finale, questa volta ha lasciato la francese Alizee Baron e l’italiana Lucrezia Fantelli, conquistando il secondo posto.

“Sono felice. Alla fine, dopo quella sfortuna, ho fatto almeno un po’”, ha detto Kučerová a TK. In mezzo all’Italia, la fondista ceca ha fatto bene, nel 2010 ha registrato l’unico podio ai Mondiali al terzo posto. “Qui mi piacciono le salite, le curve si alternano ai salti, è tecnico e rilevabile, anche se la maggior parte dei segmenti quest’anno sono più piccoli. Mi piace qui nel complesso”.

In semifinale nella competizione di altre tre medaglie olimpiche canadesi Thompson, Smith e Brittany Phelan, è arrivata ultima. “Non voglio ripetere gli errori del giorno prima all’inizio, ma ero troppo fatto e poi l’hanno gestito”, ha detto Kučerová. Come nei quarti di finale, Phelanová non era proprio in corsa per il quinto posto, vinto da un’altra canadese, Courtney Hoffos. Dopo la partenza più lenta, Kučerová è passato al terzo posto dopo che la francese Jade Grillet Aubertová è stata eliminata subito dopo la collisione.

La trentaduenne Kučerová soffre ancora dopo essere caduta su Arosa una settimana fa: “Ho metà del culo viola, ho preso delle pillole ed ero sotto il ghiaccio. Una capriola indesiderata e sono atterrato sulla schiena e sulle natiche. “La mia colonna vertebrale non è esplodere come dovrebbe. Se ciò accadesse, sarebbe ancora meglio. Ma è andata bene”, ha detto.

Dai un’occhiata alla caduta di Nikol Kučerová ad Arosa:

La seconda componente della squadra nazionale ceca a San Candido, Diana Cholenská, non si è qualificata per la gara.

Dopo le vacanze di Natale, Kučerová ha in programma di andare in Polonia per allenarsi con il suo allenatore. La Coppa del Mondo riprenderà dal 13 gennaio a Nakisce, in Canada, e prima delle Olimpiadi di Pechino, la gara a Idre Fjäll in Svezia è prevista per il 21 gennaio.

Mondiali di sci a San Candido (Italia):

uomo: 1. Midol (Fr.), 2. Regez, 3. Baur, 4. Detraz (tutti svizzeri).

Classifica SP klasemen (dopo 6 di 14 gare): 1. Midol 357, 2. Tchiknavorian (Fr.) 310, 3. Regez 212.

Donna: 1. Näslund (Svezia), 2. Smith (Svizzera), 3. Thompson, 4. Schmidt (entrambi Can.),… 7. Kučerová, in qualifica 25. Cholens (entrambi CR).

Classifica SP (dopo 6 di 14 gare): 1. Näslundová 550, 2. Smithová 426, 3. Phhelanová (Kan.) 301,… 20. Kučerová (CZE) 84, 28. Cholens 38.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.