Giovani provenienti da Italia, Francia, Germania, Romania, Turchia e Spagna analizzano a Murcia come partecipare alla politica e al processo decisionale

La Sala Plenaria del Comune di Murcia è stata la sede scelta oggi per il ricevimento ricevuto da 18 giovani provenienti da Italia, Francia, Germania, Romania, Turchia e Spagna che hanno partecipato al progetto europeo ‘The Future of Europe by Youth’ (FEY ), a cui partecipa il Dipartimento per l’Uguaglianza, la Gioventù e la Cooperazione allo Sviluppo del Comune di Murcia, diretto da Teresa Franco.

Gli assessori hanno ospitato questi giovani, che da ieri al prossimo 8 luglio hanno visitato la città di Murcia, e che utilizzeranno la loro permanenza per lavorare, attraverso diverse attività e metodologie di educazione non formale, partecipazione giovanile alla politica e ai processi. facendone un aspetto importante del futuro dell’Unione Europea affinché i giovani possano riacquistare fiducia in essa.

Teresa Franco spiega che “L’obiettivo fondamentale del progetto è promuovere la cooperazione e lo scambio di strumenti, metodi e pratiche per promuovere la qualità, l’innovazione e la cooperazione nelle politiche nazionali e dell’UE, incoraggiare la partecipazione dei gruppi giovanili come catalizzatori del cambiamento e un più prospero società connessa in Europa”.

Il Comune di Murcia ha ospitato questa fase del progetto perché è stato un pioniere nell’offrire ai giovani il ruolo di partecipanti piuttosto che di spettatori nella vita locale. Infatti, l’obiettivo del Servizio Giovani della Città è rispondere ai bisogni dei giovani e incoraggiare la loro partecipazione attiva alla vita politica e sociale, nonché lavorare in coordinamento con altri dipartimenti della città di Murcia e con il resto del pubblico.

La metodologia di lavoro sarà appresa attraverso l’esperienza, come giochi di ruolo, simulazione e metodi di condivisione di gruppo, come la discussione in grandi e piccoli gruppi.

In cosa consiste il progetto FEY?

progetto FE Dà ai giovani l’opportunità di esprimere la loro vita quotidiana, le loro preoccupazioni per il loro futuro, dibattere, riflettere sulle sfide attuali e scrivere le loro raccomandazioni per un futuro più convincente per le generazioni presenti e future.

Il progetto, durato 13 mesi, dal 1 settembre 2021 al 1 ottobre 2022, ha mobilitato oltre 380 giovani, 100 politici e 100.000 persone da raggiungere indirettamente. Propone attività nazionali e transnazionali, con una presenza fisica o online, che produrranno risultati e impatti duraturi, inclusivi e tangibili.

Le istituzioni partecipanti sono: You-F, in Francia; Cosvitec, in Romania; Municipio di Murcia, in Spagna; Salta dentro, in Italia; BvB, in Turchia; e l’Internationaler Bund Berlin, in Germania.

Destinazione

– Creare uno spazio di riflessione e dialogo generato dai giovani e per i giovani, in relazione ai leader politici.

– Alzare la voce dei giovani nei prossimi mesi in modo che i gruppi politici, il personale giovanile esperto e le autorità pubbliche giovanili considerino le loro riflessioni, le loro proposte di idee, progetti per il futuro, la produzione di passi duraturi a beneficio dei giovani per generare nuove idee, progetti – nuovi progetti per il futuro e attuare azioni durature che possono avere effetti reali e immediati sui giovani.

– Mettere i giovani al centro dell’azione democratica e politica, sostenendo la loro partecipazione attiva alla democrazia e alla politica.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.