Germania contro Italia: Timo Werner in difficoltà si spara fuori dalla crisi

L’attaccante del Chelsea ha concluso il pareggio della Nations League con una doppietta nella vittoria per 5-2 sull’Italia. Leroy Sané è ancora in attesa di rilascio.

Che liberazione per Timo Werner. La vittoria per 4-0 nella partita di Nations League contro l’Italia al 68′ è diventata un punto esclamativo molto importante per l’attaccante del Chelsea. Alla fine si è incontrato di nuovo. Il nativo di Stoccarda è stato ritratto come un simbolo della calma tempestosa della Germania, che recentemente è mancata di forza di penetrazione e di pericolosità da rete. E meno di due minuti dopo Werner ha spinto la palla oltre il portiere italiano Gianluigi Donnarumma oltre la linea di porta per il 5-0 – ei tifosi tedeschi al Borussia-Park di Mönchengladbach hanno cantato con entusiasmo il suo nome. Timo Werner non lo sentiva da molto tempo.

Leggi dalla nostra offerta: Ecco come va la partita contro l’Italia

“Sono felice per Timo”, ha detto il Ct della nazionale Hansi Flick, “un gol importante per un attaccante. Spero che gli dia sicurezza”. L’uomo sembrava estasiato quando è stato sostituito dopo 75 minuti.Uno dei ragazzi in difficoltà nella tempesta tedesca è riuscito ad uscire dalla crisi con una doppietta.Il 26enne avrebbe potuto segnare dopo appena 20 secondi quando è apparso in Azzurri area di rigore ma l’ex giocatore del VfB lancia via il pallone – e alcuni temono che la sfortuna continui ad aggrapparsi ai legionari inglesi. Pensiero sbagliato, anche se Werner non ha fatto davvero il marcatore fino ai suoi due gol nelle due meritate occasioni precedenti (56esimo / 58). regalo.

Leggi dalla nostra offerta plus: ecco perché Antonio Rüdiger è il capo della difesa

Un altro ragazzo problematico del reparto offensivo, Leroy Sané, rimane senza successo e senza successo. Il professionista del Bayern, al 7′, conclude di poco a lato del palo e da buona posizione lancia un sinistro in mano a Donnarumma (39′). Non c’erano obiettivi nella sua missione di 90 minuti, la liberazione prevista non è avvenuta. “Speravo che anche lui segnasse i suoi gol”, ha detto Flick, “ma ha fatto molta strada”. Werner e Sané non hanno avuto vita facile prima della partita perché erano costantemente molto al di sotto del loro potenziale. Ma l’allenatore della nazionale li ha seguiti. “Ogni giocatore ha bisogno di supporto”, ha insistito Flick prima della partita, “vogliamo dargli questo. Non puoi dare il pollice in su o il pollice in giù dopo una partita”.



Una cosa non è più sbagliata. Werner e Sané vogliono tirarsi fuori dalla palude con i propri stivali, sono impegnati, amano correre e sono pronti a combattere. Sané svolge instancabilmente i suoi doveri in difesa, essendo spietato sulla palla e non rifuggendo dai falli. Anche Werner non si è riposato mentre lavorava all’indietro. Tuttavia, nella partita che va avanti, rivelano una (nota) debolezza quando deve essere giocato l’ultimo passaggio o nel segnare. Un bel finale ha impreziosito il tutto, almeno Timo Werner è entrato nelle vacanze estive sentendosi bene.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.