Flick: “Noi immaginiamo di più” – Sport nel mondo

Domande per l’allenatore della nazionale Hansi Flick dopo che la nazionale di calcio ha pareggiato 1-1 contro l’Ungheria nella Nations League a Budapest sabato sera.

Prima della partita, richiedi il 100% di impegno da parte dei giocatori. Hai visto questo?

Film Hansi: Innanzitutto va detto che l’Ungheria ha fatto bene. Ho anche detto che dopo una partita come l’Inghilterra sono l’avversario più duro che si possa immaginare. Era di ottimo umore, ottima atmosfera. Ma sfortunatamente non siamo abbastanza in grado di attuare ciò che abbiamo pianificato. Costruiamo semplicemente senza crederci, troppo lenti nella costruzione del gioco. Abbiamo reso relativamente facile per l’avversario rimanere compatto. E va detto che abbiamo lasciato alcune cose sulla difensiva che non si possono fare. Ma devo anche dire che siamo sulla strada dello sviluppo. Penso che la squadra imparerà molto da questa partita. Questo è positivo per me. Analizzeremo tutto con attenzione e poi proveremo a vincere in casa contro l’Italia martedì. Non sarà neanche facile. Ma ci aspettiamo ancora che la squadra dia tutto e poi vada in vacanza con una vittoria.

Qual è il programma per domenica?

colpo di scena: Ci rigenereremo, ma faremo anche allenamenti sostitutivi, il che è del tutto normale. Ci siamo anche preparati con molta attenzione e serietà per questa partita contro l’Italia. Penso che daremo un po’ di tempo alla squadra. Una notte gratis significa sempre che la squadra esce a mangiare insieme e poi torna in hotel a una certa ora.

Sei d’accordo sul fatto che Manuel Neuer sia al di sopra degli altri giocatori in termini di prestazioni? Può dare ai giocatori di campo qualcosa da cercare nel portiere?

colpo di scena: Di solito succede quando un portiere è eccezionale, qualcosa va storto nel gioco. L’ho già detto tante volte, Manu è davvero un portiere di livello mondiale e oggi a Budapest ci ha salvato il punto, prendendolo. Non va tutto bene. Se vuoi, una delle poche opzioni che abbiamo fatto bene è stata portare la palla dietro la linea di fondo. È così che lo facciamo 1:1. Abbiamo avuto una o due possibilità in cui qualcosa è andato perso alla fine. Se vuoi dire che non hai quasi nessuna possibilità e quindi una tale classe nella squadra, ovviamente devi usare le grandi possibilità che abbiamo avuto per segnare il 2-1. Dove Jonas (Hofmann) vuole offendere di nuovo Timo Werner. Alla fine, la convinzione è svanita per dire, ora prenderò la palla e non rinuncerò alla responsabilità. Jonas ha fatto una buona partita per me perché ha continuato a cercare di fare uno sprint per far andare avanti la difesa, era spesso dietro la linea difensiva. Ha provato di tutto e ha segnato meritatamente.

Come vedi Timo Werner?

colpo di scena: Lascerò correre perché non abbiamo assolutamente fiducia nella squadra. E’ vero che fa molta fatica e cerca di mettere sotto pressione l’avversario. Che si offre sempre. Ma non abbiamo avuto abbastanza occasioni per segnare, ecco cosa alla fine ci manca la fiducia in questo momento, magari qualcuno avrà il coraggio e tirerà dalla seconda linea. Il grado corretto non è visibile in questo momento. Dobbiamo lavorare per questo. Questo è solo il nostro tema.

Parli di sviluppo, può significare molte cose nel calcio. Dove sono gli sviluppi concreti? E tu dove sei dietro?

colpo di scena: Se guardi le statistiche, non penso che abbiamo molti obiettivi. Possiamo fare di meglio. Non voglio trovare scuse qui, abbiamo una lunga stagione alle spalle, si vede che nelle grandi nazioni a volte manca l’intensità, manca la vivacità per affrontare la partita con fiducia. Non so se siamo solo noi. Abbiamo un giorno libero dopo la partita con l’Inghilterra. Immaginiamo di più, senza dubbio. Ma ho anche detto alla squadra che non sarebbe stato facile e che ci sono state anche delle battute d’arresto. Per noi è stato un passo indietro in termini di risultati e di approccio alla partita. Tuttavia, se guardi il tavolo, non succede nulla. Dovrebbe anche darci speranza, ma anche coraggio, per salutare l’Italia a Gladbach con una tripla. Questo è il nostro unico obiettivo ora, e vedremo che ci prepariamo.

Cosa significa per te raggiungere la finale della Nations League?

colpo di scena: La nostra pretesa e il nostro obiettivo è raggiungerlo. Nulla è stato deciso in questo gruppo, tutti sono vicini. Dovrebbe essere chiaro per noi che dobbiamo solo aumentarlo – o forse due o tre. Cercheremo anche di farlo uscire dalla squadra. Lo staff tecnico ha anche spiegato che il nostro obiettivo è arrivare alle Final Four a giugno. Da qui un’altra opportunità per la squadra di svilupparsi ulteriormente per un importante torneo in Germania. Sarebbe fantastico se potessi competere con i migliori paesi.

© dpa-infocom, dpa:220612-99-632773/3

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.