Film l’imbarazzo della scelta sul fronte dei biscotti italiani: “Buon auspicio” – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro

Prima del grande test di Bologna, Hansi Flick era confuso sulla sua formazione per l’esordio della Nations League contro l’Italia campione d’Europa. L’offerta personale ha reso “felice” il tecnico della nazionale.

Con un fischietto rosso al collo, Hansi Flick non ha sprecato un’occasione. Il tecnico della nazionale scruta anche i programmi di riscaldamento dei calciatori della nazionale sui campi limitrofi.

Tuttavia, i suoi pro non lo rendono un’impresa facile quando si tratta delle sue raccomandazioni personali per l’Italia. “Possiamo vedere che tutti sono molto motivati”, ha riferito Flick prima di una partita cracker contro i campioni d’Europa sabato (20:45 / RTL) nella calda Bologna. Tutti vogliono giocare, ma chi può?

“Alla fine è di buon auspicio”, ha detto Flick mentre l’allenatore aveva l’imbarazzo della scelta. Anche l’ultimo esercizio non aiuta, “che possiamo vedere le cose più chiaramente”. L’allenatore della nazionale dalla pelle abbronzata ama chiaramente le competizioni di alto livello meno di sei mesi prima della Coppa del Mondo in Qatar, soprattutto in attacco.

Con il pacchetto generale “siamo felici”.

“Siamo semplicemente felici per la flessibilità e la variabilità che abbiamo nella rosa. Questo è ciò che immaginiamo come allenatori”, ha detto Flick. A causa dell’eccesso di offerta in prima linea con top player come Timo Werner, Leroy Sané, Serge Gnabry, Kai Havertz e Thomas Müller, “non dobbiamo nasconderci”. Flick parla del “pacchetto complessivo che abbiamo per l’attacco, siamo felici lì”.

Dopo un anno di qualificazioni contro la seconda e la terza serie del calcio europeo, il match contro lo Skuadra Azzurra, il 7 giugno al Monaco contro l’Inghilterra, a Budapest contro l’Ungheria (11 giugno) e ancora a Mönchengladbach contro l’Italia campione d’Europa (14 giugno) per determinare la posizione effettiva. “Non è un’amichevole”, ha detto il giocatore di ritorno Joshua Kimmich, la cui posizione a centrocampo accanto a Leon Goretzka è stata assicurata per ora. “Dopodiché puoi vedere un po’ meglio a che punto siamo”, ha detto Kimmich, 27 anni.

Leggi anche

Lega delle Nazioni

Flick svela la prima carta della Coppa del Mondo – Müller: “Siamo dell’umore giusto”

La partita di Bologna con i possibili 30 gradi “al petto” (Kimmich), il Mondiale nella mente: Flick non ha lasciato senza accenno la porta principale anche prima di lasciare il quartier generale della squadra a Herzogenaurach. “Vogliamo provare a fare sviluppi che ci riportino al posto dove appartiene la Germania: tra i migliori in Europa e nel mondo!” L’elezione del DFB è sulla buona strada. Scorri la visualizzazione di ogni singola applicazione della Coppa del Mondo. “Osserverò da vicino cosa accadrà nei prossimi mesi”, ha detto.

Bierhoff: “Ora serve un momento emozionante”

“Potevi sentire che qualcosa si stava sviluppando lì, e ho sentito più uno spirito di ottimismo”, ha detto il direttore della DFB Oliver Bierhoff nell’intervista a “Spiegel”. “Abbiamo bisogno di un momento emotivo ora”. Contro avversari come Liechtenstein, Armenia o Macedonia del Nord, il pubblico potrebbe “perdere i riflettori”, ma contro giocatori di prim’ordine della Nations League, l’ex nazionale ha detto, “i tifosi lo sosterranno di nuovo”.

L’atmosfera, il feeling con la nazionale, è stato uno dei fattori determinanti della DFB in Qatar quest’anno. Più le finali saranno vicine, più le associazioni dovranno moderare le massicce critiche all’emirato. Ulteriori progressi sono evidenti a Herzogenaurach e i professionisti hanno una forte impressione nei forum di dialogo. “Uncomfortable” si sente così, dice Jonas Hofmann di Gladbach.

Flick lo gestisce anche con sicurezza. Bierhoff ha dimostrato all’ex direttore sportivo della DFB “una buona sensazione per l’umore”. Saluta direttamente i giocatori se vede qualcosa: “Ehi, c’è qualcosa nella tua voce. Cosa c’è che non va? Ad Hansi piace comunicare, lasciare che più persone condividano i loro pensieri”. I predecessori di Joachim Löw erano “spesso più silenziosi”.

Il record della Società delle Nazioni può sicuramente essere ampliato

Il record della Germania nella Società delle Nazioni – sotto Löw – è chiaramente espandibile. Due vittorie e cinque pareggi in dieci partite non sono bastate al quattro volte campione del mondo. L’ultima partita ufficiale contro l’Italia risale a tanto tempo fa. La Germania ha vinto i quarti di finale di Euro 2016 ai rigori contro la Skuadra Azzurra, non qualificata ai Mondiali, che mercoledì ha nettamente perso contro l’Argentina campionessa di Copa America (0-3).

“Non è facile prevedere che tipo di partita sarà”, ha detto Flick. Il Ct della Nazionale italiana Roberto Mancini ha fatto un “lavoro fantastico” dopo i Mondiali del 2018, con il titolo europeo dello scorso anno sotto i riflettori. “Siamo tutti tifosi dello spirito di squadra che trasuda l’Italia”, ha detto Flick. “Anche il modo in cui giocano a calcio è fantastico”.

Formazione prevista:

Germania: Neuer (FC Bayern Monaco/36/109 internazionale) – Hofmann (Borussia Mönchengladbach/29/10), Süle (FC Bayern Monaco/26/37), Rüdiger (FC Chelsea/29/50), Raum (TSG 1899 Hoffenheim /24/5) – Kimmich (FC Bayern Monaco/27/64), Goretzka (FC Bayern Monaco/27/41) – Gnabry (FC Bayern Monaco/26/31), Müller (FC Bayern Monaco/32/112), Havertz (Chelsea FC/22/25) – Werner (Chelsea FC/26/49)

Italia: Donnarumma (Paris Saint-Germain/23/42) – Di Lorenzo (SSC Napoli/28/19), Bonucci (Juventus Torino/35/115), Bastoni (Inter Milan/23/11), Spinazzola (AS Roma/ 29/18) – Barella (Inter/25/37), Locatelli (Juventus Torino/24/22), Tonali (Milan/22/8) – Politano (SSC Napoli/28/4), Scamacca (AS Sassuolo/ 23/4), L. Pellegrini (AS Roma/25/2)

Arbitro: Jovanovic (Serbia)

© dpa-infocom, dpa:220603-99-534454/7

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.