EURO 2021 | Italia – Austria 2:1, I favoriti hanno deciso di vincere solo ai supplementari. Tuttavia, era preoccupato per il risultato fino all’ultimo momento

Nei quarti di finale a Monaco il 2 luglio, gli uomini dell’allenatore Robert Mancini affronteranno il Belgio, capolista mondiale della FIFA, o un difensore della Coppa del Portogallo. La loro partita è in programma per domenica.

L’Italia ha vinto la 12esima partita consecutiva. Da settembre 2018, non hanno perso in 31 partite, battendo così il record nazionale degli anni ’30. L’Austria è imbattuta dalla quattordicesima partita consecutiva dal duello preparatorio nel 1960.

Il portiere italiano Gianluigi Donnarumma ha raccolto dopo 1169 minuti, stabilendo un record nazionale a prova di proiettile. Il suo connazionale Dino Zoff non ha segnato 1142 minuti tra il 1972 e il 1974.

“Sapevamo che avremmo sofferto perché l’Austria è il tipo di squadra che non ti fa giocare bene. I sostituti hanno deciso, ma tutti hanno dato il massimo. Sono molto contento perché i giocatori hanno fatto di tutto per vincere, anche se erano stanchi. ,” Mancini ha citato il sito web della UEFA.

L’Italia sfavorevole ha creato diverse occasioni nel primo tempo, ma nessuno è riuscito a trattenerle. Il tiro di Barell del primo portiere Bachmann viene calciato in area, il tiro dalla distanza di Immobile finisce sulla traversa e la traversa e il tiro da terra di Spinazzol del portiere austriaco viene deviato in angolo.

L’Austria, che si è presentata in fase di eliminazione per la prima volta già terza sull’euro, si è aggiunta all’attività dopo un cambio di schieramento. In primo luogo, il capitano Alaba ha sparato un calcio di rigore dall’area di rigore. Poi, dopo il suo passaggio, si è avvicinato di testa con un rimbalzo sulla traversa di Arnautovic. La grande gioia dell’Austria è stata però vanificata dal video intervento dell’arbitro che ha rivelato il fuorigioco.

Foto: Catherine Ivill, Reuters

Marko Arnautovic dell’Austria ha segnato il primo gol delle otto finali dell’Austria contro l’Italia, ma il gol è stato annullato per fuorigioco.Foto: Caterina Ivil, Reuters

La partita è arrivata all’improvviso ai supplementari, ma i favoriti non si sono fatti prendere dal clamore e dopo meno di cinque minuti ha vinto. Spinazzola trova libero sulla destra Chies, che libera Laimer e apre le marcature con un tiro da corner sul secondo palo.

Alla fine del primo tempo supplementare Bachmann spinge in angolo il diretto di Insigne, ma poi Pessina lo copre con un gessetto. “Ricorderò quel gol per il resto della mia carriera. Tutti nella nostra squadra possono segnare, questa è la nostra forza principale. Siamo una grande squadra”, ha detto Pessina.

Alla fine del primo tempo supplementare Bachmann spinge in angolo il diretto di Insigne, ma poi Pessina lo copre con un gessetto.

Franco Fody non si arrende e il tiro di Ja Fody arriva dalla destra. Un attimo dopo, mirò a Sabitzer da vicino.

In ogni caso, l’Austria è sopravvissuta. Kalajdzic ha messo la testa al centro dell’angolo di Schaub dall’angolo e ha concluso la serie record di Donnarumm senza un gol. L’Italia ha raccolto dopo 11 partite, ma non ha lasciato un’altra possibilità all’Austria.

“Tutto il Paese può essere orgoglioso di questa squadra. Le piccole cose sono state decise. Ho segnato un grande gol. Non credo di aver mai tenuto la testa così vicina al suolo prima d’ora”, ha detto Kalajdzic a ORF.

“È difficile per me trovare le parole ora. Se la fortuna fosse venuta da noi avremmo vinto dopo 90 minuti. Abbiamo giocato davvero bene e creato occasioni, ma avremmo potuto finire meglio. La squadra merita un riconoscimento”, ha detto Marko Arnautovic.

Campionato europeo di calcio – ottavi di finale (Londra):
Italia – Austria 2:1 dopo i tempi supplementari (0: 0, 0: 0)
Gol: 95. Chiesa, 105. Pessina – 114. Kalajdzic. Giudici: Taylor – Beswick, Nunn – Attwell (video, tutto in inglese). ZK: Di Lorenzo, Barella – Arnautovic, Hinteregger, Dragovic. Presenze: 18.910 (numero limitato).
Italia: Donnarumma – Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola – Barella (67. Pessina), Jorginho, Verratti (67. Locatelli) – Berardi (84. Chiesa), Immobile (84. Belotti), Insigne (108. Cristante). Trener: Mancini.
Rakousko: Bachmann – Lainer (114° Trimmel), Dragovic, Hinteregger, Alaba – X. Schlager (106° Gregoritsch), Grillitsch (106) – Laimer (114° Ilsanker), Sabitzer, Baumgartner (106° Schöpf -90) – Arnautovic (97. Kalajdzic ). Trener: Foda.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.