Dove sono loro? L’Italia ha sconvolto il fatto che il loro campione olimpico non sia stato nominato Atleta dell’anno

L’Italia si è ribellata al fatto che non ci fosse un vincitore delle loro Olimpiadi, il velocista Marcell Jacobs e lo scalatore Gianmarco Tamberi, hanno ricevuto una nomination di dieci membri per il premio come miglior atleta mondiale dell’anno. Il presidente del Comitato Olimpico Nazionale ha definito la decisione di World Athletics una mancanza di rispetto per entrambi gli atleti.

Jacobs ha vinto a sorpresa la gara dei 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo, tradizionalmente uno dei momenti salienti delle Olimpiadi, e ha contribuito a vincere la staffetta 4×100 m del Qatar italiano.

“Questo è completamente sbagliato. Siamo molto delusi. Hanno mostrato mancanza di rispetto per i nostri due atleti”, ha detto il capo olimpico italiano Giovanni Malagó dell’assenza dell’atleta italiano dalla nomina dei dieci membri a seguito della decisione del comitato di esperti di atletica leggera . da sei continenti.

Alcuni italiani hanno diffuso sui social la teoria secondo cui Jacobs è stato vittima di una cospirazione guidata dal presidente della British World Athletics Sebastian Coe. Dopo un’inaspettata vittoria a Tokyo, l’americano Jacobs si è ritrovato sotto il controllo della stampa britannica in particolare, poiché l’ex nutrizionista Giacomo Spazzini è stato indagato per la distribuzione di steroidi anabolizzanti. Quando CJ Uhah, un membro della staffetta d’argento britannica, in seguito è risultato positivo per un doping e la Gran Bretagna era quasi certa di perdere una medaglia, Jacobs ha detto che ha dovuto ridere quando lo ha scoperto.

La passione è stata invece soffocata dal presidente della Federazione italiana di atletica leggera, Stefano May. L’ex miler si è detto scioccato e sorpreso dall’assenza del suo connazionale nella nomination, ma non l’ha considerata una tragedia. “Non lo considero un complotto. Se chiamo Coe? Tra qualche giorno vedremo: ci penseremo, ma per questo sicuramente non formeremo un comitato di crisi”, ha aggiunto il capo dell’atleta italiano.

La velocista Christine Mboma: Non mi aspettavo di condividerlo con i migliori atleti. | Video: stampa correlata

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.