“Dobbiamo andarcene da qui”: i professionisti del calcio denunciano la loro fuga

“Dobbiamo andarcene da qui”
I professionisti del calcio denunciano la loro fuga

Molti professionisti del calcio brasiliano sono sotto contratto in Ucraina. Dopo l’invasione russa e l’inizio delle ostilità, molti volevano lasciare il Paese il prima possibile. Un folto gruppo sta ora segnalando evasioni riuscite.

Dopo aver chiesto aiuto a un hotel di Kiev, un gruppo di calciatori brasiliani che lavorano in Ucraina e i loro parenti sembrano aver lasciato la città. Sabato, il giocatore dello Shakhtar Donetsk Marlon Santos e il fisioterapista Luciano Rosa hanno pubblicato un video dal treno su Instagram. Pertanto, si stava recando a Tschnerowitz nell’Ucraina occidentale, vicino ai confini con Romania e Moldova.

In due video sull’account Instagram di Santos, giovedì e sabato, lui e molti altri giocatori, oltre a donne, bambini e uomini anziani – per un totale di 40 persone – sono stati visti in un hotel della capitale ucraina. Hanno chiesto aiuto al governo brasiliano per lasciare il Paese di fronte all’invasione russa. “Dobbiamo uscire di qui”, ha scritto l’ex difensore del Barcellona nel secondo video. Stanno finendo le scorte come latte e pannolini per i loro bambini, ha sottolineato. “Tutti noi che eravamo nel bunker di un hotel a Kiev ce l’abbiamo fatta”, ha scritto Santos ore dopo nel video dal treno. Il difensore centrale si è trasferito a Donetsk solo in estate dall’US Sassuolo, squadra di prima divisione italiana.

L’ambasciata del loro paese d’origine in Sud America ha offerto loro la possibilità di prendere il treno. L’Unione Europea di Calcio UEFA e la Federcalcio ucraina hanno fornito scorta alla stazione ferroviaria. Il portale di notizie G1 ha riferito che i brasiliani hanno dovuto continuare il loro viaggio in autobus da Chernivtsi alla Romania. Ci sono altri calciatori brasiliani in Ucraina che stanno cercando di lasciare il Paese con le loro famiglie in vari modi. Più di 30 giocatori brasiliani sono sotto contratto con i migliori club ucraini, 12 solo con lo Shakhtar Donetsk.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.