Cultura notturna da sogno – Spira – Notizie e informazioni

spiare Dopo due anni di pausa – con alcune modifiche organizzative – lo Speyer Kult(o)urnacht tornerà finalmente venerdì 10 giugno! Oltre ai fari culturali della città, le numerose piccole gallerie, i musei, le attrazioni turistiche e le istituzioni culturali forniscono anche informazioni sul loro lavoro dalle 19:00 all’01:00 e offrono ai nottambuli di tutta la regione un programma vario. La prevendita del braccialetto inizia lunedì 30 maggio.

AdUnit Mobile_Pos2

Contenuto dell’unità pubblicitaria_1

Il sindaco della cultura Monika Kabs guarda indietro a Kult(o)urnacht con orgoglio e gioia. “Il ventesimo compleanno non poteva essere celebrato correttamente due anni fa – fa male”, ha detto Kabs. “Siamo entusiasti di poter rievocare l’intera diversità culturale della città cattedrale in tutti i suoi colori, forme e toni quest’anno”. (B)eck” in Korngasse e la biblioteca di San Giuseppe e “Kunstdepot Mack” in Gilgenstrasse.

Attrazioni speciali

L’ultimo Kult(o)urnacht si è svolto nel 2019. Questa volta, più di 30 musei, istituzioni e gallerie offrono vari programmi artistici e culturali. © Città/Venere

Oltre alle offerte collaudate – un vasto programma musicale e letture in chiesa, mostre d’arte e visite speciali della galleria, nonché opportunità uniche di scoperta – c’è un altro punto culminante nel programma: Al Judenhof, primo borsista Speyer SchUM , Avery Gosfield, presenterà “The Babel Project”, ripercorrendo la colorata storia della musica ebraica dalle sue tracce lontane fino ai giorni nostri.

AdUnit Mobile_Pos3

Contenuto dell’unità pubblicitaria_2

Questo progetto riunisce i membri dell’ensemble klezmer di Berlino Lebedik (Sasha Lurje è una delle cantanti più famose della scena musicale ebraica odierna e Sanne Möricke è una delle principali fisarmoniche della scena klezmer) e Thabet Azzawi, il famoso maestro di oud siriano di strumenti musicali. Il loro obiettivo è utilizzare 950 anni di testi di canzoni, musica parlata e trascrizioni come trampolino di lancio per la creatività del 21° secolo. Il repertorio spazia dagli inni a Mosè trascritti da un prete che si convertì all’ebraismo nell’XI secolo a canzoni scritte durante il periodo di massimo splendore del teatro yiddish nel Lower East Side di New York all’inizio del XX secolo a composizioni originali del XXI secolo.

Alla Feuerbachhaus e all’Associazione degli artisti, le due associazioni hanno organizzato congiuntamente la mostra speciale “Anselmo”. Gli artisti mostrano una prospettiva aggiornata sulla persona e l’opera dell’artista neoclassico Feuerbach, nato a Spira e uno dei pittori tedeschi più popolari della fine del XIX secolo. Secolo e caro amico di Johannes Brahms. Prima di progettare la mostra, non si sono limitati ad aspetti specifici del genere o dell’estetica formale, se non il riferimento ad Anselm Feuerbach. Pertanto, dalla duplice mostra ci si possono aspettare diverse interpretazioni individuali.

Inaugurazione al Kulturhof Flachsgasse, il “Duolcevita Acustic Duo” della città gemella di Ravenna in Italia Speyer presenta “I favolosi anni ’60 – i successi italiani degli anni Sessanta” su invito di Friends e con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura. La cantante Vera Della Scala e il chitarrista Raffaele Savoia stanno rinnovando la loro performance, originariamente prevista per la fine di novembre dello scorso anno, e vi riporteranno ai fantastici anni ’60 con “Parole, parole” di Mina e altri successi di Rita Pavone, Adriano Celentano e Gianni Morandi.

Vera della Scala ha completato la sua formazione vocale classica al Conservatorio di Cesena e ha impressionato il pubblico di Speyer durante i Concerti Paradise Garden dell’estate 2021 con alcune delle più belle arie d’opera del repertorio classico con il suo soprano illuminato. Ora sta dimostrando con il suo compagno di duetto Raffaele Savoia che non deve essere sempre un classico per lei. Ha studiato chitarra alla RGA Guitar Academy di Milano.

AdUnit Mobile_Pos4

AdUnit_3 Contenuto di Konten

Informazioni e vendita biglietti

Un opuscolo del programma con informazioni sulle istituzioni partecipanti e vari elementi del programma, nonché un braccialetto di ammissione è disponibile da lunedì 30 maggio presso l’ufficio turistico di Speyer in Maximilianstrasse. Il giorno dell’evento, i libretti dei programmi sono disponibili presso tutte le istituzioni partecipanti e i braccialetti vengono inseriti dalle 18:00 alle 23:00 al Museo Wilhelmsbau, alla rotonda davanti al Museo di Storia, all’ufficio informazioni turistiche, al sono disponibili salatini della casa di fronte al Kaufhof, a Sparkasse e VR Bank Kur- und Rhine Palatinate.

Per inciso, i visitatori pagano una tassa una tantum di dieci euro per il braccialetto turchese, che dà loro accesso a tutti i musei, le gallerie e, naturalmente, alla chiesa. Inoltre, possono utilizzare gratuitamente il bus culturale dalle 19:00 alle 23:00, che collega stazioni non raggiungibili a piedi dal centro città. L’ingresso è gratuito per i minori di 14 anni, i possessori di Speyer Card e Volunteer Card pagano una tariffa ridotta di otto euro.

Istituzioni partecipanti sono la Mostra Archeologica, Chiesa della Resurrezione, (B)eck, S. Joseph, Gestione della cultura e della musica della cattedrale, Chiesa della Trinità, Feuerbachhaus, Galleria Kulturraum, Chiesa commemorativa, Sala 101, Museo di storia, Museo Judenhof e SchPIRA, Teatro per bambini e giovani, Associazione degli artisti, Casa della cultura Pablo, Associazione delle città d’arte e delle gallerie, Mack Art Depot, Museum at the Bridge House, Purrmann House, Wilhelmsbau at the Technology Museum, Savings Bank, Craftsmen Tower, VR Bank Kur – e Rheinpfalz, World Shop e sala teatrale (a Heiliggeistkirche). zg

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.