Conflitto verbale tra i residenti e Simo Spasić nel murale Ratko Mladić

Simo Spasic si unisce ai giovani che custodiscono il murale di Ratko Mladic in via Njegoseva a Belgrado oggi. Secondo il giornalista H1, alcuni passanti hanno lanciato oggetti a Spasi, dicendogli di andarsene e di non disturbarli.

Dopo lo scontro verbale, è apparsa una pattuglia di polizia, che ha legittimato i cittadini che gli hanno urlato contro, per poi avvicinarsi allo Spazio.

Un giornalista di H1 ha affermato che fino ad allora la presenza della polizia non era visibile, nemmeno in abiti civili.

Ieri è stata notata la presenza di diverse persone a guardia del murale, ma sono subito scappate non appena hanno visto la squadra H1. Erano ancora presenti, ma si sono messi al riparo perché chiaramente non volevano essere filmati.

I passanti hanno detto a H1 di essere stati disturbati da tutto ciò che stava accadendo a Njegoševa. Secondo loro, è chiaro che qualcuno è interessato a “il circo intorno al murale è ancora in corso”.

Le organizzazioni che pianificano un nuovo raduno sabato non sono state in grado di segnalarlo alla polizia perché il limite di tempo legale è di sette giorni. Hanno detto che avrebbero chiamato la polizia.

Un incontro è previsto per Cvetni trg alle 18, e l’idea è quella di arrivare al murale. Hanno aggiunto di essere consapevoli che ciò comporta alcuni rischi per la sicurezza e che stanno comunicando con alcuni rappresentanti della comunità internazionale.

È stato annunciato che Aida Orovi, che è stata arrestata martedì dopo aver lanciato uova contro il murale, si rivolgerà all’assemblea sabato.

tag


Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published.