Christian Eriksen sulla via del ritorno

Dopo essere caduto agli Europei di calcio, Christian Eriksen voleva andare ai Mondiali in Qatar. Ma per presentare un’alternativa alla nazionale, deve raccogliere prove di gara ai massimi livelli.

Il 109 volte nazionale vuole continuare a giocare per la nazionale danese. Foto: Wolfgang Rattay / REUTERS POOL / AP / dpa (Immagine: dpa)
(Foto: Wolfgang Rattay / PISCINA REUTERS / AP / dpa)

Copenaghen – È stato il fulcro della transizione della nazionale danese e il loro più importante giocatore esterno – ora Christian Eriksen dovrà nuovamente raccomandarsi per la selezione nazionale prima del Mondiale in Qatar.

Quasi sette mesi dopo la drammatica sconfitta nella fase a gironi degli Europei contro la Finlandia, il centrocampista sta lavorando sodo per tornare. Il suo contratto con l’Inter è stato risolto perché non gli è stato permesso di giocare in Italia con un defibrillatore. Dov’è finito il 109 volte giocatore della nazionale? Meno di undici mesi prima della Coppa del Mondo, non è ancora chiaro.

Eriksen vuole tornare alla selezione

“Il mio obiettivo è essere ai Mondiali in Qatar. Voglio giocare”. Le parole della prima intervista di Eriksen dopo questo crollo lasciano dubbi sul fatto che il 29enne voglia tornare sul grande palcoscenico del calcio. Ma è anche consapevole di avere molta strada da fare dopo mesi senza match pratica. “Questo è un obiettivo, un sogno. Se poi sarò nominato è un’altra questione. Ma è il mio sogno tornare”, ha insistito in un’intervista pubblicata dall’emittente danese DR qualche giorno fa. Fisicamente sta benissimo E: “Il mio cuore non è un ostacolo”.

Flashback al 12 giugno 2021. Per la prima volta nella storia del calcio, la nazionale maschile danese gioca i Campionati Europei nel proprio paese. Tutte e tre le partite della fase a gironi della Danimarca si svolgeranno al Parken Stadium di Copenaghen, la prima delle quali sarà contro Underdog Finlandia. Quasi tre decenni dopo il colpo di stato a sorpresa del 1992, la Danimarca sogna un altro titolo europeo. Eriksen si è sentito benissimo e ha cantato l’inno nazionale danese con migliaia di fan.

Il dramma EM si è verificato al 43 ° minuto. Dopo la rimessa, Eriksen è caduto improvvisamente a terra ed è rimasto senza vita. Il cuore dell’ex compagno di squadra del Dortmund Thomas Delaney, dell’attaccante del Lipsia Yussuf Poulsen e di molti altri danesi con esperienza in Bundesliga si è fermato senza preavviso.

Momento a sorpresa allo stadio

I soccorritori accorsi sono riusciti a rianimare Eriksen e a salvargli la vita, mentre la sua squadra proteggeva lui e i soccorritori. La folla allo stadio, i giocatori intorno al capitano della Danimarca Simon Kjær, la famiglia di Eriksen ei milioni di tifosi in casa hanno ricevuto un messaggio di sollievo dopo aver perso minuti: Eriksen è tornato. In poco tempo, la sua squadra ha potuto affrontarlo e stava già guardando gli ultimi 20 minuti della partita in un letto d’ospedale. È stato quindi dotato di un defibrillatore in grado di erogare una scarica in caso di emergenza.

Eriksen ha cancellato per un momento la sua carriera calcistica. “In ambulanza ho pensato: salvami le scarpe. È finita. Non giocherò più a calcio”, ha detto nell’intervista a DR. Dopo mesi di silenzio con la famiglia e l’inizio della formazione continua nel suo club giovanile, l’Odense BK, gli era chiaro che doveva continuare – ai massimi livelli per potersi raccomandare nella forte nazionale danese.

Il Ct della nazionale Kasper Hjumand sarà felice se alcuni dei migliori giocatori della Danimarca quest’anno torneranno in squadra. Con la vecchia classe, potrebbe giocare in qualsiasi squadra del mondo, inclusa la nazionale danese, ha detto l’ex allenatore del Mainz. “Tutte le squadre che hanno Christian Eriksen al meglio in campo hanno giocatori affidabili, i giocatori di più alto livello in Europa in questa posizione”.

Dove è diretto ora Eriksen?

La prossima volta Hjumand raccoglierà la selezione danese dal 21 al 29 marzo, secondo i piani. Se Eriksen voleva offrirsi in quel momento, doveva trovare un nuovo club il prima possibile e tornare ai suoi massimi livelli lì.

Eriksen viene dalla piccola città di Middelfart in Danimarca, si è trasferito a Odense da giovane e da lì all’Ajax Amsterdam a 16 anni, dove ha vinto tre volte l’Olanda dal 2011 al 2013. Questo è stato seguito da un trasferimento a la Premier League al Tottenham Hotspur. Eriksen ha vinto l’Italia con l’Inter nel 2021.

Ora il danese non ha club – “disoccupato per la prima volta nella mia vita”, ha detto. Un anno fa, i migliori club probabilmente si sarebbero messi in fila per la prospettiva di ingaggiarlo in queste circostanze. E adesso? “Prenderemo la decisione come famiglia”, ha detto Eriksen seccamente.

I suoi consulenti gli hanno detto a dicembre che diversi club avevano bussato. Molti considerano un ritorno all’Ajax o agli Spurs come una possibile opzione. L’esperto di calcio dell’emittente danese TV2 Mads Junker ha anche altri tre club nella lista: Paris Saint-Germain, Newcastle United e FC Bayern. Eriksen potrebbe rafforzare il centrocampo del Monaco, dove Joshua Kimmich e Leon Goretzka hanno poca rivalità, prevede Junker. Quindi Eriksen sarà presto in Bundesliga per la prima volta? Attesa.

© dpa-infocom, dpa: 220111-99-665166 / 2

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *