Caso Suarez, l’esaminatore ha chiesto l’assoluzione del procuratore della Juve

Questa la sollecitazione – nei confronti di Maria Turco – dell’esaminatore di Perugia Paolo Abbritti verso la conclusione dell’accusa sotto l’occhio vigile del giudice
PERUGIA – Il caso Luis Suarez, innato nel presunto sham test per acquisire il visto italiano, è prossimo alla conclusione: l’esaminatore di Perugia Paolo Abbritti, infatti, chiese l’incriminazione dell’allora ministro dell’Università per Stranieri del capitale dell’Umbria, Giuliana Grego Bolli, per il precedente supervisore Simone Olivieri e per la docente Stefania Spina. Inoltre, è stata citata una rinuncia per Maria Cesarina Turco, mostrata come “il consulente legale selezionato dalla società bianconera” e custodita in tribunale dall’avvocato Franco Coppi. Queste sono inequivocabilmente le sollecitazioni al termine della sua citazione davanti al GUP. Suarez aveva sostenuto il test di ragionevolezza italiana all’Università per Stranieri di Perugia il 17 settembre 2020 considerando un potenziale sbarco alla Juventus. Secondo la Procura di Perugia, la prova sarebbe stata concordata con il concorrente e realizzata estemporanea affinché potesse superarla facilmente ed in un lasso di tempo eccezionalmente breve, tanto da essere sostenuta in un incontro fenomenale.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.