Biglietti per gli ultimi Mondiali: Costa Rica o Nuova Zelanda – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro ancora

Nuova Zelanda o Costarica? Chi sarà l’ultima avversaria del girone della Germania ai Mondiali? Per alcuni ci sono i preferiti. È solletico. E dalla Germania, la scena è già in Qatar.

Hansi Flick li invidiava entrambi. Tuttavia, la questione di una maggiore pressione e dei presunti favoriti per un posto ancora libero nel girone di Coppa del Mondo della Germania ha diviso i suoi coetanei.

“Siamo stati cancellati dai media di tutto il mondo”, ha detto l’allenatore della Nuova Zelanda Danny Hay. Il giorno prima della partita tutto o niente nella torrida nazione ospitante della Coppa del Mondo, il Qatar, il gigante alto 1,91 metri sembrava divertito piuttosto che infastidito. Per lui, invece, era chiaro: il Costa Rica era sotto pressione molto maggiore.

Lì, il Presidente ha espressamente prolungato la pausa pranzo per i dipendenti pubblici in modo che il maggior numero possibile di persone a casa potesse unirsi al divertimento davanti alla televisione martedì (20:00 WIB). “La pressione è enorme solo perché rappresentiamo il nostro paese”, ha detto il co-allenatore di Hays Luis Fernando Suárez. Dopo una breve contrazione della fronte, ha anche sottolineato: “Abbiamo tutti la stessa pressione. Abbiamo entrambi lo stesso obiettivo: la finale dei Mondiali”.

Lì, il 31° posto nella classifica mondiale, Costa Rica, o 101°, la Nuova Zelanda, incontrerà la squadra della DFB nell’ultima partita del girone il 1° dicembre. “Chiunque scappi potrebbe essere potenzialmente pericoloso come avversario”, ha detto Flick in risposta a una domanda dell’agenzia di stampa tedesca. “Vediamo che nella Società delle Nazioni i risultati della carta non sono sempre prevedibili”. Non c’è nessuno sul posto, ma analizzeranno da vicino l’avversario, “come facciamo sempre”, ha assicurato Flick.

Il Costa Rica ha già giocato contro la Germania in Summer Fairy Tale e ha difeso strenuamente con 2:4 minuti all’inizio della Coppa del Mondo 2006. C’è stato anche un duello con la Nuova Zelanda: nel 1999 la squadra della DFB ha vinto 2:0 nella Confederations Cup in Messico.

Leggi anche

Visualizza

Questo porta la settimana del calcio: le qualificazioni alla Nations League e alla Coppa del Mondo

Entrambe sono squadre con giocatori esperti, ma anche giovani promettenti. Il supporto a casa è sicuramente anche per entrambi. “A più di 13.000 chilometri di distanza, 11 combattenti scenderanno in campo per completare la storica qualificazione”, ha affermato il presidente costaricano Rodrigo Chaves Chaves.

L’eroe della Coppa del Mondo Navas deve aiutare il Costa Rica

“Usciremo e daremo il massimo”, ha promesso Keylor Navas. Otto anni fa anche il 35enne è stato inserito nel target di selezione. A quel tempo, il Costa Rica si qualificò per il girone con Italia, Inghilterra e Uruguay in testa e fallì solo negli ultimi otto ai rigori contro la squadra. Olandese. La nostalgia si sta diffondendo, ha detto il collega Bryan Ruiz, che ha giocato anche nei due precedenti Mondiali: “Ma siamo anche felici di avere un’altra possibilità”. Se non ci riusciranno, la loro carriera di 36 anni si concluderà martedì allo stadio Ahmad Bin Ali.

Gli “All Whites” sono stati portati nel cortile dell’arena climatizzata della Coppa del Mondo da un uomo di 33 anni che non aveva un club da circa un anno. “Sento pressione? Ovviamente sento pressione. Ma vogliamo fare ciò che è meglio per il nostro paese. Abbiamo una responsabilità come giocatori nazionali”, ha detto Winston Reid, che è tornato in forma in tempo.

“Non possiamo guardare al futuro, nemmeno con i giovani giocatori. Non sappiamo cosa accadrà loro. Ecco perché il momento è importante”, ha detto l’allenatore Hay. E così facendo, sono di nuovo supportati da qualcuno che una volta ha giocato in Bundesliga ed era uno dei preferiti dell’SV Werder Brema. Tre leggende del calcio neozelandesi, tra cui Wynton Rufer, hanno onorato lo stendardo che i neozelandesi portano sempre, secondo il loro allenatore. Dovrebbe viaggiare di nuovo anche a novembre.

© dpa-infocom, dpa:220613-99-643460/3

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.