Alvan e Ahez Quartet “orgogliosi di portare il bretone” al concorso di Torino

“Siamo in un universo parallelo. “Quando il gruppo di Alvan e Ahez si è unito ai giornalisti dopo la vittoria, da sabato sera a domenica, Eurovision Francia, decidi tu, il quartetto ha avuto difficoltà a rendersi conto di aver appena vinto il biglietto per la scena musicale più grande del mondo. Il 14 maggio, a Torino (Italia), difenderà per un capriccio la quota tricolore Fullenuna canzone interamente in bretone.

“Questa è una lingua di cui ci vergogniamo da molto tempo. Ora è un onore poterlo portare all’Eurovision”, ha detto Marine Lavigne, uno dei membri di Ahez che ha scritto i testi. La storia di una giovane donna che balla a piacimento nella foresta, di notte, senza preoccuparsi degli sguardi degli altri. “’Fulenn’ significa ‘scintilla’ e ‘bella ragazza’. È fuoco, passione, danza, festa”.

Con Sternn Diridollou e Stern Le Guillou, quest’ultimo si è unito l’estate scorsa all’artista electro Alexis Morvan, alias Alvan, attorno a un progetto comune, combinando le loro influenze musicali per celebrare le loro radici. “La mia bisnonna parlava bretone ma io non dissi una parola. Prima ho imparato la canzone foneticamente, poi ho imparato il suo significato. Sono le ragazze che portano questo lato della cultura e danno un senso Fullen ‘ disse il giovane.

“Rappresenteremo la nostra regione, rappresenteremo la Francia, è incredibile”

“Abbiamo creato questa canzone insieme, l’abbiamo presentata alla selezione francese per Eurovision dicendo a noi stessi: ‘Perché no? Ci proviamo.’ E poi andiamo a Torino, rappresenteremo la nostra regione, rappresenteremo la Francia, è semplicemente incredibile”, ha scivolato Stern Le Guillou.

La canzone è viene prima nel voto della giuria di dieci personalità – tra questi Cyril Féraud, Nicoletta, André Manoukian, Elodie Gossuin, Agustin Galiana e Jenifer gli hanno dato il punteggio massimo – ma anche dal pubblico. “È stata un’ondata di marea”, ha affermato Alexandra Redde-Amiel, direttrice dell’intrattenimento di France Télévisions e capo della delegazione francese per Eurovision.

Alvan e Ahez hanno detto che non si aspettavano una tale unanimità. “Sappiamo che la Bretagna e la regione con una forte identità in Francia ci sostengono. In ogni caso, anticipo Marine Lavigne. Sentiamo un cambio di mentalità, soprattutto nella giuria. Grandi nomi della scrittura di canzoni e della cultura francese convalidano questa canzone e danno alla Francia l’opportunità di essere rappresentata da questa lingua. È bellissimo. Penso che siamo sulla buona strada. »

Va ricordato che nel nostro paese centralizzato la storia della lingua bretone non è priva di scontri e sofferenze. Tra l’Ottocento e la metà del Novecento, in particolare, fu disprezzato, contrastato, impedito. Nel 2018, secondo Ufficio pubblico bretoneha solo 225.000 altoparlanti attivi.

“Mostra che il bretone ha il suo posto nella musica”

“Ci sono altre lingue minoritarie in Europa. Se almeno uno se ne sente a Torino, è fantastico, ha proseguito Marine Lavigne. Sono felice di portare questo messaggio, di mostrare questa diversità, questa ricchezza, che spesso non viene evidenziata. »

“Vogliamo che questa lingua viva. È una grande vittoria essere qui. Questo è miracoloso”, rallegra, con le lacrime agli occhi, Sterenne Le Guillou, che, come altre due cantanti di Ahez, ha trascorso gli studi a Carhaix (Finistère) presso la scuola Diwan, un luogo dove si tengono lezioni di bretone.

Sperano che l’Eurovision agisca come una commissione elettorale. “Il nostro obiettivo, la sfida che volevamo raccogliere inviando questa canzone innocentemente al casting, era mostrare che possiamo mescolare il bretone con un suono molto moderno, che è un linguaggio che ha un posto nella musica, in concorsi del genere, su la televisione, ovunque, continua Stern Le Guillou. È una lingua a sé stante. È una lingua molto bella ed è la nostra. »

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.