Allenatore DFB Flick: Nella partita contro l’Italia “conta di più” – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro

Ancora una volta devono. La nazionale ha chiuso una stagione impegnativa contro l’Italia: il risultato avrà un impatto significativo sull’umore in vista del Mondiale di fine autunno.

Il forte starnuto di un giornalista televisivo nella sala riunioni “Töhötöm” ha irritato Hansi Flick solo per un momento. Sorridendo, l’allenatore della nazionale si è nascosto la faccia sotto la maglia da allenamento e ha continuato imperterrito la sua marcia verso il microfono.

Prima della partita di martedì (20:45 / ZDF) a Mönchengladbach contro l’Italia campione d’Europa, fondamentale per l’umore della nazionale di calcio, Flick ha diffuso il buon umore e la speranza.

“Quattro pareggi hanno funzionato per me…” ha detto Flick a Budapest, ha interrotto la frase e ha continuato con voce incalzante: “…non penso che sia una buona cosa perché voglio vincere”. La quarta partita della Nations League in dieci giorni è l’ultima possibilità per l’inizio delle tese elezioni della DFB dopo la pausa estiva con bei ricordi della vittoria negli ultimi mesi prima della Coppa del Mondo in Qatar.

Flick fidati della squadra

“Penso che siamo un po’ più lontani”, ha detto Flick ripensando ai quattro pareggi per 1-1 con una prestazione seria sabato scorso in Ungheria. Ma, come Flick si è affrettato a sottolineare, non si tratta della filosofia di base del gioco. “Questo ha a che fare con la fiducia nelle proprie qualità”, ha detto l’allenatore della nazionale, che è tornato ad apparire come un oratore duro.

Flick ha difeso Leroy Sané, misteriosamente debole da settimane, affermando che il 26enne ha un “potenziale sensazionale”. La squadra dovrebbe lavorare affinché Sané possa tornare ad aiutare in campo, se possibile. “Noi allenatori siamo lì per valutare il potenziale di ogni giocatore”, ha detto Flick, che non ha approfondito i suoi pensieri sulla formazione titolare.

Ultimo allenamento a Budapest

Leggi anche

squadra nazionale

Avviso di regressione Flick: accensione contro l’Italia

Nell’ultimo allenamento della mattina presto sotto il sole cocente sul campo del Budapesti VSC, Flick è riuscito a riunire tutti e 25 i giocatori, compreso Serge Gnabry, che ha saltato la partita dell’Ungheria per un problema al polpaccio. Il capo allenatore riferisce che “non si sta facendo molto” nell’unità in un contesto industriale nella parte orientale di Budapest. Contro l’Italia “è di nuovo importante, vogliamo metterci tutto il grano”.

A volte è facile nel calcio: con una vittoria, la scelta della DFB potrebbe prendere il primo posto nel Gruppo 3 della Lega A. Il tempo fino alla partita della Nations League di settembre sarà più calmo e l’approvazione del piano di rinnovo di Flick sarà sicura. Tuttavia, in caso di sconfitta, c’è il rischio di cadere in zona retrocessione – e con ciò gli sbalzi d’umore diventano negativi.

“Avremo una squadra alla Coppa del Mondo a novembre che avrà una sfida”, ha detto Flick. C’è anche una battuta d’arresto “in modo che le cose possano essere fatte meglio la prossima volta. E volevamo provarlo”. Il gol del titolo, appositamente formulato offensivamente dai giocatori, non ha bisogno di essere scosso. “Penso che tu possa fissare obiettivi, se poi li raggiungi è qualcos’altro”, afferma Flick.

Neuer: “Sappiamo anche cosa stiamo facendo bene”

Lui e i suoi giocatori “vogliono decidere la partita quando conta”. Una mezza dozzina di nuovi giocatori si sono uniti alla rosa negli ultimi mesi. Flick ha più volte guidato lo “sviluppo”.

L’1-1 dell’andata del 4 giugno a Bologna è stato deludente, l’1-1 contro l’Inghilterra martedì prossimo a Monaco è stato decisamente meglio. Quindi fai un passo indietro a Budapest. “La delusione ha vinto, ma non dobbiamo mettere la testa sotto la sabbia”, ha detto il capitano Manuel Neuer. “Abbiamo visto i lati positivi e negativi della nostra squadra e sappiamo cosa stiamo facendo bene”.

Domenica sera, la squadra ha cenato insieme a Budapest senza una squadra di allenatori. Neuer riporta “buon umore e atmosfera” all’interno della squadra. “Sappiamo che la motivazione e la fame ci sono”, ha detto Neuer, che giocherà la sua 113esima partita in nazionale. Soprattutto contro un’italiana scomoda “sarebbe un gran finale per noi se prendiamo i tre punti e diciamo che abbiamo battuto una grande squadra”. Il capitano ha sottolineato che “abbiamo solo bisogno di un senso di realizzazione”.

© dpa-infocom, dpa:220612-99-639564/6

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.